Anonymous contro il Ku Klux Klan
Cyber

Anonymous contro il Ku Klux Klan

Dopo aver dichiarato diverse volte la cyber guerra contro Israele (l’ultima appena qualche giorno fa), contro l’ISIS e contro il governo di Hong Kong, ora nel mirino di Anonymous è finito il Ku Klux Klan (KKK), colpevole di aver minacciato l’uso della “forza letale” contro le persone che protestavano a Ferguson (teatro dell’omicidio di Michael Brown nell’agosto di quest’anno, e tuttora sede di proteste e scontri).

Anonymous ha così lanciato l'”Operazione KKK” (#OpKKK), iniziando col sottrarre al Ku Klux Klan il principale account Twitter (@KuKluxKlanUSA), lanciando attacchi DDoS verso i provider che ospitano siti e contenuti del KKK, smascherandone i componenti e pubblicando i nomi, i profili Facebook e gli indirizzi di casa.

La sezione australiana di Anonymous ha messo in rete questo video:

Nell’ambito della cyberwar quello di Anonymous è un gruppo interessante da studiare, poiché inizia a contraddistinguersi come uno dei più attivi “attori non statali” (quelle organizzazioni che, al pari degli Stati-nazione, mirano a influenzare e condizionare le politiche nazionali e internazionali).

Fonti:
http://www.inquisitr.com/1609144/ku-klux-klan-releases-letter-threatening-lethal-force-against-ferguson-protesters/
http://www.zdnet.com/anonymous-seizes-klu-klux-klan-twitter-account-over-ferguson-threats-7000035836/

Luca Sambucci

<p>Luca Sambucci lavora nel settore della sicurezza informatica dal 1991, occupandosi di malware e sistemi di difesa informatica. È stato consulente del Ministro delle Comunicazioni su aspetti di sicurezza delle reti e ha collaborato sui medesimi temi con Telespazio (gruppo Finmeccanica) e Fondazione Ugo Bordoni. Si occupa di nuove tecnologie, malware e cyber warfare, è risk analyst certificato NSA e membro dell’Associazione Italiana esperti in Infrastrutture Critiche. È Operations Manager di ESET Italia.</p>

No Comments

comment No comments yet

You can be first to leave a comment

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *