Gli Stati Uniti lanciano attacchi cibernetici contro l’Iran

Pochi giorni fa lo U.S. Cyber Command ha lanciato un attacco cibernetico contro l’Iran, in risposta all’abbattimento di un drone statunitense avvenuto giovedì scorso.

Gli attacchi sono stati indirizzati contro strutture militari, in particolare verso sistemi informatici usati dall’Iran per il lancio di missili, come riportato dal Washington Post.
Gli Stati Uniti lanciano attacchi cibernetici contro l’Iran
Da notare che, sempre secondo il post, gli attacchi sono stati lanciati giovedì sera, lo stesso giorno dell’abbattimento del drone. È quindi ovvio pensare che essi fossero in preparazione già da tempo, e che gli Stati Uniti aspettassero l’occasione giusta per attaccare.

Secondo la stampa l’attacco cibernetico avrebbe distrutto i centri informatici di comando e controllo iraniani, senza causare vittime. Dal canto suo l’Iran, tramite il suo ministro alle telecomunicazioni, risponde che “nessun attacco ha avuto successo“, negando che vi siano stati danni.

Ho iniziato a interessarmi di cybersecurity dal 1989, quando ho "trovato" il mio primo virus. Dal 1992 me ne occupo professionalmente: per oltre un decennio come collaboratore di testate specializzate (fra cui PC Professionale), poi come consulente del Ministro delle Comunicazioni su aspetti di sicurezza delle reti, quindi con collaborazioni sui medesimi temi con Telespazio (gruppo Finmeccanica). Oggi mi interesso di nuove tecnologie (AI) e cyber warfare. Sono socio fondatore del chapter italiano di Internet Society, membro dell’Associazione Italiana esperti in Infrastrutture Critiche (AIIC) e della Association for the Advancement of Artificial Intelligence (AAAI). Dal 2006 lavoro presso ESET Italia, dove ricopro il ruolo di Operations Manager.