Il sistema anti-drone della USS Gerald Ford testato con successo dalla US Navy

Nei giorni scorsi la US Navy ha testato con successo un sistema integrato anti-drone che sarà installato nella nuova portaerei USS Gerald Ford.

I test sono avvenuti nelle acque della California a bordo di un vascello di prova, dove il sistema realizzato da RaytheonShip Self-Defense System – ha identificato il drone, ha elaborato i dati per l’intercettazione, inviando poi i comandi al missile che lo ha distrutto. Ecco la sequenza come da comunicato di Raytheon:

The CVN 78 SSDS Integrated Combat System incorporates several elements including Raytheon’s:

  • Dual Band Radar: This technology searched for, located and tracked the target. DBR then provided radar illumination to the Evolved SeaSparrow Missile to support missile guidance.
  • Cooperative Engagement Capability, or CEC: The capability validated and processed the Dual Band Radar data for SSDS. CEC is responsible for providing a single, integrated air picture, fusing data from multiple sensors to improve track accuracy.
  • Ship Self Defense System: SSDS processed the CEC data, determined the appropriate engagement ranges, passed launch commands to the missile, and scheduled Dual Band Radar support for the engagement.
  • Evolved SeaSparrow Missile: The interceptor successfully engaged and defeated the target.
  • Rolling Airframe Missile: The RAM interceptor was successfully scheduled by SSDS, but not required, since the target was destroyed by the ESSM.

Maggiori informazioni: Raytheon systems excel in first test of Ford-class integrated combat system

Ho iniziato a interessarmi di cybersecurity dal 1989, quando ho "trovato" il mio primo virus. Dal 1992 me ne occupo professionalmente: per oltre un decennio come collaboratore di testate specializzate (fra cui PC Professionale), poi come consulente del Ministro delle Comunicazioni su aspetti di sicurezza delle reti, quindi con collaborazioni sui medesimi temi con Telespazio (gruppo Finmeccanica). Oggi mi interesso di nuove tecnologie (AI) e cyber warfare. Sono socio fondatore del chapter italiano di Internet Society, membro dell’Associazione Italiana esperti in Infrastrutture Critiche (AIIC) e della Association for the Advancement of Artificial Intelligence (AAAI). Dal 2006 lavoro presso ESET Italia, dove ricopro il ruolo di Operations Manager.